top of page
  • Writer's pictureAnna Maria Giretti

Non solo pizza di formaggio per la colazione di pasqua delle marche: la Frittata col Mentrasto.

È probabile che chi non è originario delle Marche non conosca il mentrasto, una varietà di menta selvatica tipica della campagna marchigiana conosciuta sin dal Rinascimento.




Il mentrasto viene utilizzato nel periodo pasquale per preparare una frittata che viene servita al pranzo di Pasqua, al pari della pizza de cascio tipica di Jesi: insieme andranno a costituire le pietanze principali del giorno dopo, il lunedì dell’Angelo, nel cestino della scampagnata fuori porta.

Per completezza e a render loro il giusto onore, vanno citati anche gli altri piatti della Colazione di Pasqua (e Pasquetta) del marchigiano verace: a contorno e supporto dei due succitati manicaretti, nella tradizione troviamo la coratella di agnello, le uva sode (benedette in una delle molte funzioni religiose della Settimana Santa), le fave fresche con lo stesso pecorino marchigiano che farcisce e ricopre sia la Pizza di Formaggio, sia la frittata col mentrasto, e i salumi, diversi per ogni zona: la lonza in molte parti, il salame lardellato di Fabriano nel fabrianese e nell’alta Vallesina, lo spalmabile Ciauscolo Igp.


Si, avete ragione: è una dichiarazione di guerra ai salutisti, una Waterloo del colesterolo, la Caporetto dei trigliceridi (e anche le transaminasi non se la vedono bene, col Verdicchio che non può mancare in abbondanza!). Ma volete morire da sani, dopo una vita di tristi privazioni?

Anche il mentrasto può essere affiancato o sostituito da altre erbe spontanee, a seconda della zona delle Marche in cui vi trovate; nell’area di Jesi, oltre alla menta selvatica, possiamo trovare in aggiunta basilico, rosmarino e salvia.

Passiamo quindi ad una versione basic della ricetta della Frittata col Mentrasto, senza dimenticare che, da questa, le aggiunte e le varianti sono sempre possibili secondo gusti e disponibilità di ingredienti.


Ingredienti


Aglio q.b.

Mentrasto

Pepe Nero

4 uova di casa

2 cucchiai di parmigiano Reggiano (o Pecorino… o entrambi, senza rimorsi!)

Sale q.b.

Olio Extra Vergine d’oliva


Procedimento


Tritate finemente l’aglio e le foglie di mentrasto!

In una padella antiaderente da 22cm circa scaldate l’olio e versate il trito di verdure!

Fate rosolare brevemente senza bruciarle!

A parte sgusciate le uova, salatele, pepatele e unitevi il parmigiano!

Sbattete le uova a lungo in modo da renderle belle spumose

Versate le erbette rosolate nell’uovo e poi versate il tutto di nuovo in padella!

Fate cuocere a fuoco moderato in modo che la frittata si cuocia lentamente senza bruciarsi!

Quando anche la parte superiore risulterà non più liquida, girate la frittata con mentrasto aiutandovi con il coperchio di una pentola e rimettete nella padella per qualche secondo!

La vostra FRITTATA COL MENTASTRO é pronta per essere servita!



Buon appetito!

Anna Maria Giretti / Max Giorgi











Comments


bottom of page