MORRO D'ALBA

Prenota un Tour, una guida

o chiedi info sul territorio,

su cosa vedere o degustare

logo-proloco-morro-d'alba-le-belle-march

È Morro! Fecondo di Lacrima 
vino felice, solleva l’anima 

E un buon bicchiere sempre ci scappa 
girando la sera lungo la Scarpa 

Morro D'ALba Bacco le belle marche.png
_Logo-vettoriae-I_Borghi_piu__belli_d_Italia.png
Morro-d'Alba-borgo-medioevale-le-belle-m

Morro d'Alba
la storia

Il nome Morro deriva da un antico termine riferito alla posizione collinare del luogo, confine naturale tra i comitati medievali di Senigallia e Jesi e appare per la prima volta in un atto imperiale di Federico I del  1177 che la definisce “curtis”,  in un documento del 1197 risulta “villa” e “castrum” nel 1213. Dopo secoli di vicissitudini sotto il dominio di Jesi viene ad essa sottratta nel 1808 e con l’unità d’’Italia nel 1860 entra a far parte della provincia di Ancona. Nel 1862 al nome viene aggiunto il termine Alba per evitare confusioni con altre località del Regno.

 

Alcuni ritrovamenti in località S. Amico testimoniano la presenza di antichi insediamenti  dei Longobardi grazie  al rinvenimento di un prezioso medaglione aureo raffigurante Teodorico.

 

A Morro d’Alba esisteva una rara bombarda del XVI secolo ora custodita nel Museo Storico Nazionale di Artiglieria di Torino ed oggetto di scambio con un pezzo di artiglieria da montagna ora esposto al Museo.

 

Morro d’Alba vanta il primato di essere l’unico borgo fortificato in Italia la cui cinta muraria, di forma pentagonale con sei bastioni,  siano percorse per tutta la lunghezza da un cammino di ronda coperto e munito di arcate, la famosa Scarpa”.

 

Nei sotterranei della Scarpa esiste un labirinto di grotte, utilizzate in passato soprattutto per la conservazione dei cibi ma all’occorrenza anche come rifugio dalle incursioni nemiche, alcune delle quale visitabili su autorizzazione dei proprietari. Una parte di queste grotte ospita il Museo della Cultura Mezzadrile “Utensilia”, di proprietà comunale.

 

Recentemente Morro d’Alba è entrata a far parte del Club dei Borghi più belli d’Italia.

 

Il Comune è gemellato con il Comune francese di Saint Alexandre.

le-belle-marche-morro-d'alba-3.jpg
MorroD'Alba-MedaglioneTeodorico le belle

Teodorico Imperatore

Morro D'Alba Lacrima le belle marche.jpg

Lacrima

Eventi

Lacrima Wine Festival

Festival dei borghi delle terre del vino Lacrima

Prima decade di Luglio

Progetto in collaborazione tra le cinque Amministrazioni dei borghi delle Terre del Lacrima: Belvedere Ostrense, Monte San Vito, Ostra, San Marcello, con Morro d’Alba capofila. Manifestazione diffusa che coinvolge il territorio dei cinque comuni, che per circa dieci giorni saranno interessati da eventi con lo scopo di far scoprire lo straordinario territorio da cui nasce il vino Lacrima.

Morro-D'AlbaLeggenda-le-belle-marche.jpg

Assedio di Morro

Luoghi da visitare

> “La Scarpa”

Camminamento di ronda “La Scarpa” con arcate e  torrioni panoramici.

> Auditorium S.Teleucania

Auditorium con sala congressi e spettacoli nella sala superiore e spazi espositivi nei sotterrranei.

> Museo Cultura Mezzadrile “Utensilia”

Allestito nei sotterranei della Scarpa, consistente in una raccolta ragionata di oggetti di lavoro tradizionali testimoni dell’autosufficienza della civiltà contadina e dislocata in vari ambienti a seconda della tipologia degli attrezzi stessi. Il Museo ospita una raccolta di foto del Maestro Mario Giacomelli sul Cantamaggio.


> Chiesa di San Gaudenzio

Bell’esempio di architettura settecentesca ritornata all’originale splendore a seguito di un recente restauro. Al suo interno sono conservate alcune interessanti opere pittoriche.


> Pinacoteca/Sala Consiliare

Pinacoteca/Sala Consiliare con vaie opere tra cui una pala d’altare di Claudio Ridolfi raffigurante “L’incoronazione della Vergine e Santi” e una tela del XVII secolo raffigurante San Michele Arcangelo patrono del paese.


​​​

Morro-d'Alba-museo-utensilia-1-le-belle-
Morro-d'Alba-salone-le-belle-marche.jpg
Morro-d'Alba-Enzo-Cucchi-le-belle-marche

Enzo Cucchi

Siamo famosi...

siam tutti qua!

PERSONAGGI FAMOSI

di Morro D'Alba

Enzo Cucchi

(1949-) Dopo esordi in ambito concettuale, approda alla figurazione, diventando uno dei principali esponenti del nucleo storico della transavanguardia. Nelle opere su tela, accompagnate da numerosi disegni e spesso presentate da testi poetici scritti da lui stesso, si riappropria, con sguardo visionario, del mito, della storia dell’arte e della letteratura.

Morro d'Alba-uva-Bacco-le-belle-marche.jpg

Tipicità

Morro d’Alba rientra nelle zone di produzione di ben quattro vini DOC, tra cui il Verdicchio dei Castelli di Jesi e il più rinomato Lacrima di Morro d’Alba, vino rosso con riflessi violacei, fruttato, di gusto asciutto e leggermente tannico, di antica origine le cui uve sono frutto di un vitigno anch’esso antico, con minime aggiunte di altre uve.

 

Sono più di dieci le cantine che imbottigliano il Lacrima, sia base che superiore, con l’aggiunta di passiti e bollicine. Alcune di queste imbottigliano un ottimo vino di visciola.

Eccellente anche la produzione di olio di oliva realizzata da frantoi locali.

La gastronomia tipica è quella tipica marchigiana.
 

 

Lacrima di Morro d’Alba

Verdicchio dei Castelli di Jesi

Vino di Visciola

Olio di Oliva

Prenota un Tour,

una guida, o  chiedi info sul territorio, su cosa vedere o degustare

Road Map

logo-proloco-morro-d'alba-le-belle-march

Pro Morro

Camminamento La Scarpa, 27 
60030 Morro D'Alba AN

Comune di Morro d’Alba

Tel: 0731 63013 - 63000 comune@comune.morrodalba.an.it

info@promorro.it